RICERCA GENERALE / PER INGREDIENTE | LISTA SPESA | TOP 10 | FORUM | AUTORI

User Pass
Registrati - Potrai salvare la selezione degli ingredienti, inserire le tue ricette, commentare e votare le ricette già inserite e molto altro :)
517 ricette 257 ingredienti 88 commenti 109 messaggi nel forum 6240 iscritti
AntipastiPrimiSecondiContorniSalseZuppeInsalatePiatti_uniciDolciPiatti base
Cerca una o più parole nei testi delle ricette (es. "ciambelle" o "arrabbiata")

Ricetta Bagna Cauda - ricetta tipica del Piemonte     Inserita da:  Marcel

Ingredienti e dosi per 4 persone:
275 g di olio di oliva, 240 g di acciughe sotto sale,4 teste d'aglio,3 dl di latte


Preparazione:
Sfilettare le acciughe e dissalare i filetti, se sono filetti sott'olio scolare bene l'olio che di solito non è di prima qualità; lavarli e pestarli in poltiglia in un mortaio. Tritare finemente l'aglio e farlo marinare per un paio d'ore nel latte (cio' attutisce il gusto dell'aglio e facilita la digestione, questo passaggio non è necessario se l'aglio è sufficientemente fresco). Far sciogliere l'olio e il burro in un tegame in terracotta (in mancanza smaltato), aggiungere la poltiglia d'acciughe e, a calore appena accennato, farla incorporare; unirvi il trito d'aglio ben sgocciolato dal latte e continuare la cottura, sempre a calore tenue, per una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto. Nel mezzo del tavolo piazzare un fornello a spirito (oppure una piastra elettrica), mettervi sopra il tegame con la bagna cauda (deve essere mantenuta ben calda durante tutto il pasto). Sistemare al centro del tavolo anche la terrina con i pezzi di cardi e di peperoni, cipollotti freschi,carote tagliate orizzontalmente,indivia, cavolo tagliato fine, e altre verdure, vanno bene davvero tutte :) . I commensali, un pezzo di pane nella mano sinistra, prendono uno per volta con lo speciale forchettino un pezzo verdura, lo asciugano con la salvietta, lo immergono nel tegame e, ben avviluppato di bagna cauda, lo mangiano. Si procede cosi' sino all'immancabile esaurimento della bagna cauda sorseggiando di tanto in tanto buon vino, appena fatto, che abbia ancora il gusto dell'uva. L'appetito, e' questa la meraviglia, rimane intatto, anzi eccitato ed in progresso. I contadini inventori della bagna cauda sin dal tempo del lumino ad olio, alla fine, per utilizzare l'eventuale intingolo che fosse rimasto, usano rompervi dentro delle uova e strapazzarle.

I commenti e le foto inseriti dagli iscritti
Autore: Revolution
Davvero consigliata! la ricetta è la più completa che abbia mai trovato. Una possibile piacevole variante che stempera un po' i brutti effetti dell'ingestione di cibo molto salato è aggiungere tre / quattro gherigli di noce tritati a persona
***
Autore: goloso65
buonissima
***
Autore: elisa
Marcel però...commenti una tua ricetta....vorrei vedere che gli dai 10! Un po' autoreferenziale il tuo atteggiamento però, non credi? Il voto indicato non è valido, lo metterò dopo averla provata!
***
Autore: Lericette
Da circa 40 anni mia mamma fa la bagna cauda e per renderla più digeribile cuoce l'aglio nel latte lo scola e poi lo schiaccia, questo evita anche il fastidioso problema che poi l'aglio" tede a tornare su". Provate e fatemi sapere. maramigotto@gmail.com oppure le ricette della gatta pepe
***
Autore: valebilly
ciao a tutti!! chissa che forse vi possano interessare queste due ricette. gli autori sono due piemontesi doc!! http://www.memoro.org/it/video.php?ID=987 http://www.memoro.org/it/video.php?ID=986 buon appettito!!
***
Autore: narutto
carissimi... ho provato questa antica ricetta piemontese, per me nuovissima in quanto livornese di scoglio..FAVOLOSA..!!!!
***
Autore: Marcel
***
Autore: giuieta
Anche a casa mia si fa cuocere l'aglio nel latte come riportato da "Lericette" proprio per rendere il tutto più digeribile...buonaaa la bagna cauda!
***

Torna all'elenco degli ingredienti


Per INSERIRE FOTO e COMMENTI alle ricette è necessario essere REGISTRATI ed eseguire il login


agriturismo firenzeAgriturismo Firenze : alla ricerca dei migliori ingredienti e prodotti sulle colline del Chianti Classico, l'agriturismo Macinello presenta ai suoi ospiti da ottobre a dicembre l'"olio novo" della sua piccola produzione di olio extra vergine di altissima qualità.
TUTTE LE RICETTE pubblicate su Infrigo.com - Progetto di WebArts - Tutti i diritti sono riservati